Quando potare le piante?

A marzo, prima del risveglio primaverile di alberi da frutto, siepi e rose, è bene potare le tue piante per favorire la crescita e lo sviluppo delle prossime gemme. Ecco gli errori da evitare per fare la potatura in maniera corretta.



Fiori, siepi e arbusti del tuo giardino o del tuo balcone hanno superato l’inverno al riparo dalle gelate, ed ora ti stai domandando quando potare le piante? Mettiti all’opera perché marzo è proprio il mese più adatto per le potature!


Quando potare le piante

Il momento giusto per la potatura della maggior parte delle piante è la fine dell’inverno,quando è scongiurato il rischio di gelate notturne che potrebbero danneggiare irrimediabilmente la pianta. Dipende dunque dal clima della zona in cui abiti, ma di norma il mese di marzo regala temperature sufficientemente miti. Non rischiare di rimandare la potatura perché sui rami si cominciano a vedere le prime gemme e la primavera è alle porte.

Non perderti le ultime news!

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi gratuitamente i consigli su giardinaggio, fai da te, risparmio domestico, sicurezza e tecnologia.
Iscriviti ora

Quali piante potare

Prepara forbici, cesoie, guanti e un seghetto: sono gli attrezzi base per potare. Li puoi trovare anche su Amazon a prezzi accessibili. Poi comincia dalle piante che è bene potare proprio nel corso di questo mese, prima del risveglio primaverile, sono soprattutto rose, ortensie, rampicanti, alberi da frutto, olivo e agrumi. Per le piante da frutto, se non hai esperienza è meglio affidarti a un giardiniere esperto, mentre per le altre puoi fare da te usando qualche accortezza, vediamo come.


Come potare le piante

Ognuna ha caratteristiche diverse, ma ci sono alcune regole generali che valgono per tutte le piante:

  1. Usa gli attrezzi giusti: le forbici per i rametti più piccoli, le cesoie per i rami fino a 3 cm di diametro e il seghetto per i rami più grossi
  2. Comincia a tagliare i rami più piccoli che sono all’interno e che crescendo avrebbero difficoltà a prendere la luce. Tagliali con delle forbici o cesoie affilate il più possibile vicino alla base
  3. Pota i restanti rami tagliando non più di un terzo della lunghezza, appena al di sopra di una gemma che punti verso l’esterno
  4. Pratica un taglio obliquo con l’esterno rivolto verso l’alto
  5. Disinfetta gli attrezzi prima e dopo l’uso con l’alcool per evitare di trasmettere batteri e parassiti alle piante

Potatura: occhio alla forma

Per ogni tipo di pianta ma soprattutto per gli arbusti più bassi e per le siepi è fondamentale tener conto della loro forma naturale. Con la potatura puoi intervenire modellando la pianta per favorirne una crescita armonica. Per un risultato impeccabile e per non fare errori, potresti fare una bozza dell’albero o della siepe da potare così com’è e sovrapporre il disegno della forma che vorresti assumesse con la nuova ricrescita. Segna quindi i rami da tagliare, segui il disegno e il gioco è fatto. Dopo qualche tempo la tua pianta crescerà rigogliosa nella forma desiderata.


Vuoi scoprire di più del mondo Assistenza Casa? Qua trovi tutte le risposte.