Come pulire il forno

Forno incrostato? Placca, griglia, sportello e pareti si ingrassano ogni volta che metti gli alimenti in cottura. Scopriamo come lustrarli a fondo con prodotti naturali in questa mini guida tutta dedicata alla pulizia del forno di casa.



Prezioso alleato per la cottura degli alimenti – dal pane ai dolci passando per le pietanze importanti – il forno si incrosta facilmente se utilizzato spesso. E la sua pulizia profonda è una di quelle attività assai rognose, che si tende a rimandare a data indefinita. Per evitare che i depositi di grasso diventino inaffrontabili, meglio non tergiversare e mettersi all’opera.
In commercio esistono numerosi prodotti anche molto efficaci ma potenzialmente nocivi se non utilizzati con le dovute precauzioni, e peraltro dispendiosi e raramente ecologici. Ecco allora come pulire il forno in modo veloce, economico e naturale con limone, bicarbonato e aceto bianco.


Come pulire il forno: acqua e limone

Quando lo sporco è recente e la situazione non ancora disastrosa, una soluzione di acqua e limone sarà sufficiente. Prendi una teglia da forno col bordo abbastanza alto da contenere il succo di 3 limoni e 1 bicchiere d’acqua e, così riempita, riponila sul fondo dell’elettrodomestico, che accenderai impostando la temperatura a 140°. Dopo circa 30 minuti il liquido inizierà a evaporare, andando ad ammorbidire il grasso che si è depositato su pareti e accessori interni. Spegni dunque il forno e lascialo un po’ raffreddare (ma non troppo) a sportello chiuso. Servendoti delle presine, estrai poi la teglia e inzuppa una spugna nel liquido rimasto, che deve essere ancora tiepido, dopodiché strofina pareti interne, placca, griglie,eventuale spiedo, vetro ed esterno del forno. Per asciugare il tutto utilizza infine un panno in microfibra. Il gioco è fatto: il tuo forno sarà pulito, igienizzato e profumato.

Evita le rotture!

La soluzione Elettrodomestici Senza Limiti ti garantisce 1 anno di interventi illimitati in caso di guasto agli elettrodomestici di casa, 24h su 24, 365 giorni l’anno. Per te, chiamata, intervento, materiali di riparazione e accoglienza in hotel in caso di inagibilità dell’abitazione a soli 7,99 €/mese.Attivala ora

Come pulire il forno a fondo: aceto e bicarbonato

Se non provvedi da tempo a rimuovere dal tuo forno l’unto e i residui di cottura, meglio optare per un rimedio più potente, che agisca anche sul grasso bruciato. Niente di meglio che preparare un composto con aceto bianco e bicarbonato. Il primo deterge e igienizza come il limone e il secondo funge da abrasivo naturale sulle incrostazioni che non vogliono andarsene: combinati insieme formano una schiuma con effetto sgrassante particolarmente efficace. Mischia quindi 100 grammi di bicarbonato e una quantità di aceto che ricopra la polvere in un contenitore da forno: deve formarsi una spuma non troppo cremosa, che distribuirai con una spugna su pareti, vetro e accessori interni dell’elettrodomestico.

Ricordati di infornare il contenitore con il residuo del composto e avvia l’apparecchio a 100° per mezz’ora. Spento e un po’ raffreddato il forno, spruzza una soluzione di acqua e aceto (in parti uguali) sulla patina bianca che si sarà formata e strofina bene con una spugna per rimuoverla. Puoi usare lo stesso liquido anche per pulire manopole e vetro. Completa l’opera passando dappertutto un panno umido in microfibra.


Prevenire l’unto nel forno

Come evitare le incrostazioni che poi sarà arduo eliminare? Il rimedio – purtroppo – è solo uno: pulire il forno con regolarità, in particolare ogni qualvolta lo usi per preparazioni che provocano schizzi dei liquidi di cottura. E quando cuoci alimenti direttamente sulla placca, foderala sempre con carta da forno! Ti risparmierai così un bel po’ di olio di gomito.

Vuoi scoprire di più del mondo Assistenza Casa? Qua trovi tutte le risposte.