Iscriviti alla NEWSLETTER e rimani aggiornato sui contenuti del Blog!

Iscriviti
Blog ufficiale di Assistenza Casa: leggi le ultime news e i suggerimenti su sicurezza domestica, risparmio energetico, tecnologia, benessere e fai-da-te.

Come curare i ciclamini in vaso

È il re dell’autunno e dell’inverno: il ciclamino colora il tuo balcone anche nelle giornate più grigie e sopporta molto bene le basse temperature. Ecco come curare i ciclamini in vaso e, con pochi accorgimenti, assicurarti fiori splendidi fino alla stagione calda!

 

Rosso, bianco, rosa intenso, lilla, viola: perfino nelle uggiose giornate di pioggia il colore dei ciclamini in vaso accende e rallegra il tuo balcone. Resistente alle temperature basse, il ciclamino vive rigoglioso nella stagione fredda, senza aver bisogno di troppe cure. La tua casa non ha uno spazio esterno? Nessun problema: puoi decorare il davanzale con le varietà più piccole di ciclamino, che stanno in vasi di ridotte dimensioni (utilizzabili nello spazio tra finestra e persiana o tapparella) e che meglio tollerano il clima più rigido. Oppure scegliere i fiori grandi, adatti anche agli ambienti interni. Ecco qualche consiglio e trucco per la cura del tuo ciclamino.

Non perderti le ultime news!

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi gratuitamente i consigli per la tua casa.

Iscriviti ora

Come curare i ciclamini

Basta poco per garantirsi ciclamini fioriti fino alla primavera o all’estate (dipende un po’ dalle temperature che la stagione autunnale e invernale ci riserveranno); si tratta di una pianta che ama la luce, che però non deve essere diretta. Se posizioni il ciclamino in casa, assicurati inoltre che stia in angoli non troppo caldi (max 17°); se invece hai vasi esterni, non esporli in mezzo a correnti d’aria. In entrambe le situazioni, in autunno e in inverno il ciclamino non ha bisogno di molta acqua: bagnalo solo quando il terreno in vaso ha perso umidità e senza esagerare, altrimenti rischi che il bulbo marcisca.


Come si coltivano i ciclamini

Oltre che seguire le indicazioni basilari su luce, temperatura e irrigazione, usa qualche accortezza in più per tenere in vita la pianta a lungo:

  • concima ogni 2 settimane con un prodotto specifico per le piante da fiore;
  • elimina con costanza i fiori e le foglie completamente appassiti, recidendo alla base;
  • quando bagni il ciclamino, versa l’acqua nel sottovaso, così la pianta risucchierà solo la quantità che le serve.

Cura dei ciclamini con il caldo

Con il primo caldo, il ciclamino non avrà più fiori e saranno rimasti solo le foglie e i bulbi. Se le foglie sono ancora spesse e di un bel verde, significa che la pianta è in salute e che potrà regalarti nuovi fiori in autunno! Continua a innaffiare – ma con minore frequenza – fino a quando anche tutte le foglie saranno appassite. A questo punto, stacca le foglie secche, trasferisci il vaso in una zona fresca, al riparo dal sole diretto, e interrompi le irrigazioni durante il riposo vegetativo del tuo ciclamino.


Quando rinvasare i ciclamini

A fine estate puoi scavare il terreno all’interno del vaso, servendoti di una paletta da giardinaggio, per recuperare il bulbo. Puliscilo e interralo nel terriccio fresco, all’interno di un vaso sul cui fondo avrai messo uno strato di argilla espansa. Riponi il bulbo a una profondità di circa 2 cm. Dopodiché non devi fare altro che aspettare la nascita delle nuove foglioline e, infine, dei fiori. Per un’altra stagione fredda, ma coloratissima!