Le storie di Assistenza Casa – La caldaia perde acqua

Claudio

Claudio

Termotecnico

41 anni

Lavora da sempre per Assistenza Casa nell’area di Palermo

Il guasto

Sonia nota una perdita d’acqua dalla sua caldaia. Meglio scoprirne subito la causa, ristabilire il corretto funzionamento della macchina e così evitare il peggio.

La soluzione

Rivolgersi ad artigiani qualificati! Claudio, uno degli oltre 2.000 professionisti di Assistenza Casa, è in grado di porre rimedio al guasto in men che non si dica.

Ormai il freddo è arrivato anche in Sicilia. Acceso l’impianto di riscaldamento, Sonia si accorge di una perdita d’acqua dalla caldaia della sua casa in quel di Palermo. La formula Caldaia Senza Limiti, che ha sottoscritto con Assistenza Casa proprio per mettersi al riparo da eventuali danni all’apparecchio, le garantisce un anno di interventi illimitati, inclusi i costi di ricerca del guasto, manodopera e materiali. Deve solo contattare il numero d’emergenza dedicato. In 5 ore, il problema è risolto, grazie al tempestivo lavoro di Claudio.


L’intervento

Quello di Sonia non è un caso raro: capita di frequente che, all’avvio del sistema di riscaldamento, la caldaia perda acqua. Claudio ci spiega da che cosa dipende: “Quando la pressione della caldaia è troppo alta, la valvola di sicurezza, solitamente tarata a 3 bar come valore massimo, scarica acqua all’esterno per proteggere tutti gli altri componenti dell’apparecchio e scongiurare danni all’impianto”.
Claudio arriva da Sonia nel giro di poche ore dalla richiesta di intervento, apre la caldaia, verifica col manometro la pressione all’interno del vaso di espansione, carica col compressore l’aria mancante, ripristina l’impianto riportando la pressione a 1 bar (che è il valore ottimale) e la valvola di sicurezza smette di cedere acqua. “Il 90% delle volte che si apre la valvola di sicurezza bisogna poi sostituirla, perché non la si riesce più a chiudere e la perdita resta”, aggiunge Claudio. Sonia è stata fortunata, non c’è bisogno di sostituzione e in meno di un’ora il guaio è risolto: a impianto acceso, infatti, la pressione si mantiene regolare.

Se hai un guasto alla caldaia, perché restarci di ghiaccio?

Con Caldaia Senza Limiti hai un anno di interventi illimitati sulla caldaia. Organizziamo subito l’intervento e pensiamo a tutto noi. A soli 7,99 €/mese!Scopri di più


I consigli dell’artigiano

• Come possiamo distinguere la valvola di sicurezza dalle altre valvole della caldaia?

Solitamente, la valvola di sicurezza è di colore rosso e quella per l’acqua fredda, invece,blu. La valvola del gas di norma è gialla. Poi ce n’è un’altra che non ha un colore prestabilito e serve per caricare l’impianto. Comunque, la valvola di sicurezza non va mai toccata.

• Ci hai raccontato come intervieni quando la pressione è alta, ma se invece fosse bassa?

Quando la pressione scende al di sotto di 1 bar, si apre la valvola di carico impianto, si ripristina la pressione a 1 bar e poi si richiude.

• Come si evita una pressione troppo alta o bassa?

In fase di manutenzione annuale della caldaia, prevista da obbligo di legge, il tecnico che opera in maniera corretta sa che, oltre ad effettuare la pulizia di bruciatore e scambiatore, deve controllare la pressione del vano di espansione, come prevede l’Allegato II che dobbiamo compilare quando interveniamo per la manutenzione.

• C’è un periodo in cui è preferibile fare la manutenzione?

No, non c’è un mese definito, in genere si fa a distanza di un anno dall’installazione e poi annualmente nello stesso periodo, per tutta la vita della caldaia. L’importante è fare sempre la manutenzione una volta all’anno, quando è il momento. Purtroppo molti rimandano e aspettano il freddo per farla. Meglio non rinviare, per evitare guasti proprio quando si ha bisogno del riscaldamento.

• Pressione a parte, ci sono altri fattori che provocano perdita d’acqua dalla caldaia?

Le perdite d’acqua possono essere causate da un flessibile che si buca, un componente che si rompe… Ma un problema di pressione è la causa più frequente. Basta un’adeguata manutenzione, quindi seguire la norma e quello che è previsto dal libretto di impianto, per tenere alla larga gli inconvenienti.

Parola di Claudio!

Hai qualche dubbio sui nostri prodotti? Qua trovi tutte le risposte.