Iscriviti alla NEWSLETTER e rimani aggiornato sui contenuti del Blog!

Iscriviti

Robot aspirapolvere: come scegliere quello giusto

Programmabili o a funzionamento manuale, schivano gli ostacoli e sanno scendere e salire le scale. Pronto a risparmiare tempo ed energie con l’aiuto della tecnologia? Ecco i criteri da seguire per scegliere il robot per le pulizie domestiche più adatto alle tue esigenze.

 

Svolgono l’ingrato compito di pulire il pavimento di casa al posto nostro e vengono molto apprezzati soprattutto da chi ha animali che perdono pelo: i robot aspirapolvere non sono più un oggetto tecnologico di nicchia – come avveniva qualche anno fa – ma, complici l’ampia e variegata offerta e i prezzi più competitivi, questi apparecchi si sono ormai guadagnati il titolo di elettrodomestico “mai più senza”. Basta azionarli e lasciare che facciano il lavoro in autonomia: tu devi solo impiegare come credi il tempo che ti risparmiano lustrando le superfici domestiche al posto tuo! Se ancora non ne hai uno e stai valutando l’acquisto in vista del tran tran post vacanze estive, ecco come scegliere un aspirapolvere robot.


Robot aspirapolvere: quale scegliere

L’acquisto di un robot aspirapolvere non può essere una scelta immediata, ma va ponderata in base alle tue esigenze; è inutile spendere molti soldi per apparecchi con funzionalità di cui non hai bisogno. Considera prima di tutto l’autonomia della batteria e la capacità del serbatoio: se vivi in un mono o bilocale ti sarà sufficiente un modello con autonomia di 1 ora circa e 200 ml di capacità. Se invece hai un appartamento grande, meglio scegliere un aspirapolvere automatico in grado di funzionare per più tempo (o di tornare in autonomia alla base di ricarica) e di immagazzinare più sporco.

Non perderti le ultime news!

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi gratuitamente i consigli per la tua casa.

Iscriviti ora

Attenzione alle dimensioni e alla forma dell’aspirapolvere robot

Più il robot è grande, più è prestante. In generale, le sue dimensioni andrebbero calibrate su quelle della tua casa: non comprare un apparecchio ingombrante se hai un appartamento piccolo, anche perché devi avere uno spazio adeguato in cui riporlo quando non lo utilizzi o lo ricarichi. Presta attenzione all’altezza del dispositivo: prendi le misure del mobile più basso che hai e, se vuoi che il robot pulisca anche lì sotto, tieni questa misura come riferimento nella tua scelta d’acquisto!

Solitamente i robot aspirapolvere hanno forma circolare, che garantisce la massima agilità di movimento, ma comporta difficoltà nel pulire al meglio gli angoli. Se hai molti angoli in casa, in proporzione alla superficie da pulire, accertati che l’apparecchio abbia almeno una spazzola rotante laterale di qualità, che raccoglierà e indirizzerà lo sporco degli angoli verso la bocchetta d’aspirazione.


Le funzioni accessorie del robot aspirapolvere

I robot aspirapolvere si accendono e spengono facilmente con un tasto, alcuni anche col telecomando. Se il tuo interesse primario è che lavorino in autonomia mentre sei fuori casa, scegli un apparecchio che sia programmabile e/o gestibile tramite app dal tuo smartphone.
Un’altra caratteristica a cui prestare molta attenzione è la tipologia di sensori che evitano gli ostacoli: se hai scale o dislivelli in casa, acquista un robot con sensore antiribaltamento; se vuoi che il dispositivo pulisca o eviti i tuoi tappeti, accertati che sia in grado di rilevarne la presenza; infine, se cerchi un robot intelligente che memorizzi gli spazi e gli ostacoli del tuo appartamento, opta per un modello con sistema di mappatura.


Qual è il miglior robot aspirapolvere?

Il robot aspirapolvere migliore è quello che si adegua al meglio alle tue esigenze e alle dimensioni di casa tua, in base al tuo budget. Per farti un’idea, puoi consultare le classifiche del portale QualeScegliere.it e di Altroconsumo. Soprattutto, ricorda di vedere in azione il robot aspirapolvere che più ti ispira prima di comprarlo!