Piatti regionali: il frico friulano, una delizia irresistibile

A base di formaggio Montasio, il frico è il piatto simbolo della cucina friulana, riconosciuto tra i prodotti agroalimentari tradizionali del Friuli-Venezia Giulia. Il bello è che puoi prepararlo facilmente a casa per la gioia di tutta la famiglia.



Sono davvero pochi e semplici gli ingredienti che danno vita al frico, il gustoso piatto friulano originario dei monti della Carnia. Per la variante croccante basta addirittura il solo formaggio Montasio, mentre la versione morbida prevede anche l’impiego di patate ed eventualmente cipolle. Immancabile nei menu di osterie e trattorie locali, questa specialità gastronomica si prepara facilmente: ecco qualche curiosità e la ricetta per fare il frico a casa.


Frico friulano: tutto il gusto della semplicità

Il frico ha radici lontane ed è una tradizionale pietanza di recupero: nasce infatti per non sprecare i cosiddetti strissulis, ovvero i ritagli avanzati dal processo di sagomatura delle forme di formaggio. In origine fu il frico friabile: formaggio grattugiato e fritto in olio bollente fino a formare delle cialde sottili, che i boscaioli potevano comodamente portare con loro sulle montagne per il pranzo (ma il frico croccante, con aggiunta di farina di mais, è anche perfetto per uno snack!). Venne poi il frico morbido, una sorta di tortino abbrustolito con un cuore filante.


Montasio, il formaggio del Friuli-Venezia Giulia

Per fare il frico morbido procurati del Montasio, un formaggio DOP di latte bovino che prende nome dall’omonimo altopiano carsico e assume aspetto, consistenza e sapore diversi a seconda della stagionatura. Si produce fresco (stagionato da 60 a 120 giorni), mezzano (dall’inizio del 5° mese a 10 mesi), stagionato (più di 10 mesi), stravecchio (oltre 18 mesi di stagionatura).
Che cosa ti serve per la ricetta? Del Montasio mezzano e stagionato.

La tua casa a tutto comfort!

Il forno non cuoce come dovrebbe? La cappa non aspira e l’asciugatrice non asciuga? Pensiamo a tutto noi! Con Elettrodomestici Senza Limiti hai un anno di interventi illimitati sugli elettrodomestici di casa. Per te a soli 7,99 €/mese.Scopri di più

La ricetta del frico friulano

Ecco la ricetta per un morbido frico casalingo. Partiamo dagli ingredienti per 4 persone (tieni presente che ne esistono versioni senza cipolla e/o con altro formaggio, per esempio il Latteria):

  • 200 g di Montasio mezzano
  • 200 g di Montasio stagionato
  • 500 g di patate a pasta gialla
  • 1 cipolla bianca
  • 30 g di burro
  • sale e pepe nero q.b.

Sbuccia la cipolla e le patate ed elimina la crosta dal formaggio. Affetta la cipolla a rondelle sottili e grattugia sia le patate che i formaggi: utilizza una grattugia a fori grossi e due contenitori differenti per raccogliere le une e gli altri.
In una padella antiaderente, fai appassire la cipolla nel burro, mescolando spesso con un cucchiaio di legno. Poi aggiungi le patate e falle cuocere dolcemente fino a che non saranno tenere. Dopodiché, poco per volta, unisci i formaggi, amalgamandoli col resto man mano che si sciolgono. Nel mentre, regola di sale e pepe, tieni sempre il fuoco basso e muovi la padella perché il composto non si attacchi. Ottenuto un impasto omogeneo, livellalo e compattalo (se il grasso del formaggio venisse a galla, rimuovi l’eccesso con un mestolo). A questo punto è tempo di alzare un po’ la fiamma e ultimare la cottura: fai come se stessi preparando una frittata, deve cioè formarsi una crosticina dorata su entrambi i lati del tuo frico. E poi non ti resta che servirlo ben caldo. 


Frico friulano: come consumarlo e vini in abbinamento

Solitamente il frico si consuma come secondo oppure come piatto unico insieme alla polenta. Accompagna il tutto con un buon rosso friulano come il Refosco dal Peduncolo Rosso. Puoi servire il frico anche per antipasto, magari con del prosciutto di San Daniele, che come il Montasio è uno dei prodotti DOP del Friuli-Venezia Giulia. In questo caso puoi optare anche per un bianco locale, per esempio un Colli Orientali del Friuli Ribolla Gialla.

Hai qualche dubbio sui nostri prodotti? Qua trovi tutte le risposte.