Perdite d’acqua: come individuarle e risparmiare

Hai ricevuto una bolletta dell’acqua più alta del solito e non ti spieghi il perché? Il motivo potrebbe essere una dispersione d’acqua nel tuo impianto idrico, che mette in pericolo la tua casa e le tue tasche! Ecco come trovare le perdite e quali sono gli accorgimenti per prevenirle.

 

Se hai ricevuto una bolletta dell’acqua spropositata rispetto ai tuoi soliti consumi, hai sicuramente una perdita nel tuo impianto domestico (salvo errori della compagnia idrica), che, oltre a comportare uno spreco di soldi, può mettere in pericolo la tua casa. Scopri come individuare perdite d’acqua per evitare altre brutte sorprese e quali sono i controlli da effettuare per scongiurare a priori il pericolo.


Le perdite d’acqua visibili: cosa controllare

Per prima cosa controlla che in bagno, in cucina e nel locale caldaia non siano presenti perdite visibili, che per disattenzione non hai notato prima. In bagno, verifica che non ci sia un rivolo d’acqua continuo nel wc e ispeziona la rubinetteria e i tubi di lavabo, bidet e doccia. Fai lo stesso con il lavello in cucina. Non dimenticare poi di dare un’occhiata anche alla valvola di sfogo della pressione della caldaia: potrebbe essere collegata a tubi di scarico che perdono.

Cerchi una protezione dai guasti 24h/24?

Con la soluzione AcquaOK hai diritto a interventi illimitati in un anno sul tuo impianto idraulico, nessun costo aggiuntivo e copertura fino a 2.000 € per singolo intervento. Attivala a soli 7,49 €/mese.Attivala ora

Come individuare le perdite d’acqua occulte

Se, fatti i primi controlli, non rilevi niente di strano, presta attenzione alle pareti: ci sono macchie di umidità? Oppure senti un sibilo o un rumore anomalo proveniente dai muri? Potresti avere un problema con le tubature interne. In ogni caso, fai la prova del contatore: la sera, chiudi tutti i rubinetti e gli apparecchi che utilizzano acqua e prendi nota della cifra indicata sul tuo contatore; la mattina seguente riesamina il dispositivo: se il valore numerico al mattino non corrisponde a quello della sera prima, significa che l’impianto idrico perde da qualche parte.


Perdita d’acqua? Intervieni subito!

Se hai individuato chiaramente un guasto o sospetti una perdita occulta, allora corri immediatamente ai ripari: lo spreco di un solo metro cubo d’acqua ti costa circa 1,50 €. Inoltre potresti incappare in guai ancora più seri rispetto a una bolletta alta: allagamenti, deterioramento dei muri di casa e del mobilio, danni ai vicini di casa o agli spazi condominiali. Chiama dunque un professionista dotato di attrezzatura idonea per riparare l’impianto e in grado di fare un lavoro a regola d’arte.


L’autolettura e il rilevatore di perdite d’acqua

In generale, ricorda che l’autolettura effettuata con una certa costanza – una volta al mese o almeno ogni 3 mesi – è la pratica migliore per tenere sotto controllo i tuoi consumi e verificare l’eventualità di guasti. Sul mercato esistono inoltre rilevatori di perdite d’acqua che ti proteggono dagli imprevisti sia quando sei in casa che quando sei fuori, al lavoro o in vacanza: Honeywell e Sense, per esempio, commercializzano dispositivi di sicurezza tecnologicamente evoluti che emettono segnali acustici in caso di perdite e, tramite app dedicata, ti avvisano anche sul tuo smartphone.

Vuoi scoprire di più del mondo Assistenza Casa? Qua trovi tutte le risposte.