Le storie di Assistenza Casa – Guasto alla cappa d’aspirazione

Domenico

Domenico

Elettricista

42 anni

Collabora con AC da oltre 10 anni nella provincia di Teramo

Il guasto

La cappa della cucina non funziona e non aspira più

La soluzione

Affidarsi a un tecnico esperto.
Domenico ha sostituito la scheda elettronica bruciata da uno sbalzo di tensione e la cappa ha ripreso a funzionare

È l’ora di pranzo e Francesco ha comprato totani e gamberi freschi per preparare una frittura indimenticabile, ma quando mette la padella sul fuoco si accorge di un guasto alla cappa d’aspirazione, non si accende nemmeno la luce. Che peccato dover rinunciare alla frittura di pesce! Ma grazie al pronto intervento di Assistenza Casa, Francesco potrà gustare il suo fritto la sera stessa a cena!


L’intervento

Domenico è un elettricista esperto, che da tempo opera nella provincia di Teramo, correndo in aiuto dei clienti di Assistenza Casa se capita un guasto. Quando riceve la chiamata sa già cosa fare: “Ho chiesto subito la marca e il modello della cappa guasta (che si trova stampato su un’etichetta all’interno della cappa) – spiega Domenico – e ho cercato la scheda di ricambio. Per esperienza, quando la cappa non si accende è probabile che la scheda che comanda il motore e le luci sia danneggiata. La causa? “Probabilmente uno sbalzo di tensione dovuto a un temporale”. In un paio d’ore Domenico arriva a casa di Francesco. “ La cappa era ad incasso all’interno di un pensile – racconta – così l’ho smontato per verificare il guasto e raggiungere la scheda elettronica da sostituire”. Anche questa volta Domenico aveva visto giusto, e con la nuova scheda la cappa ha ripreso a funzionare perfettamente e Francesco ha potuto cucinare la frittura per cena!


I consigli dell’artigiano

• Quali sono le cause che possono determinare un mal funzionamento della cappa?

Oltre al guasto della scheda, dovuto spesso ad eventi esterni come uno sbalzo di tensione a causa di un temporale, può succedere che la cappa non funzioni correttamente, ovvero aspiri con una capacità limitata a causa di errori in fase di montaggio. Ad esempio se il tubo di areazione è stato ridotto collegandolo a tubi dal diametro inferiore, la capacità di tiro risulta notevolmente inferiore.
Un’altra causa potrebbero essere i filtri sporchi: se non vengono puliti o sostituiti regolarmente, il grasso e la polvere si accumulano fino a inibire l’aspirazione e danneggiare il motore della cappa.

• Come evitare che si verifichi un guasto alla cappa d’aspirazione?

Una buona abitudine è quella di accendere la cappa almeno 10 minuti prima di cominciare a cucinare, in modo che raggiunga la perfetta efficienza di aspirazione al momento giusto. Pulire con frequenza i filtri in alluminio lavandoli con il liquido per i piatti una volta al mese e dopo una frittura e sostituire quelli ai carboni attivi ogni 3-4 mesi. Con più frequenza vanno cambiati i filtri di carta assorbente antigrasso che è bene sostituire 1 volta al mese.
Una cosa invece da non fare è tenere la cappa con le luci accese per lungo tempo quando non è in funzione, il rischio è il surriscaldamento delle luci e possibili danni ai componenti in plastica all’interno della cappa.

• Possiamo intervenire da soli per cercare di riparare un guasto?

Il fai da te, quando si tratta di elettrodomestici, è sempre sconsigliato! Nel caso della cappa è meglio affidarsi ad un tecnico esperto, perché spesso interveniamo su cappe ad incasso per cui occorre saper smontare e rimontare con cura i pensili che ospitano la cappa senza provocare danni.

Parola di Domenico!

Hai qualche dubbio sui nostri prodotti? Qua trovi tutte le risposte.