Il tuo piccolo giardino di cactus

Hanno svariate forme, sono facili da curare e amano il caldo: i mini cactus mettono allegria e possono essere interrati e accostati a piacimento, a seconda del proprio gusto. Segui i consigli per il tuo giardino di cactus e divertiti a creare la tua composizione.

 

Quella delle “cactacee” è una famiglia di piante succulente (impropriamente dette “piante grasse”) molto numerosa e variegata. I tessuti dei cactus sono capaci di immagazzinare acqua durante i periodi di pioggia e utilizzare poi la riserva per adattarsi ad ambienti aridi e caldi: ecco perché i loro fusti sono carnosi e assumono forme bizzarre, dalla sagoma sferica a quella colonnare. Fanno fiori grandi e hanno foglie che l’evoluzione ha trasformato in spine.
Tutte queste singolari caratteristiche fanno sì che i cactus siano tra le piante ornamentali più amate, anche perché la loro coltivazione richiede un impegno minimo. In qualunque vivaio o negozio di fiori troverai deliziose piantine mignon di questa famiglia: acquista un po’ di vasetti e divertiti a creare la tua composizione per abbellire casa! Ecco come fare.


Contenitore e terreno per la tua composizione

Scegli una ciotola in terracotta alta 20/25 cm e di circonferenza adeguata al numero di mini cactus che hai acquistato, tenendo presente che dovrai lasciare almeno 2 dita di spazio tra una piantina e l’altra. Metti un coccio rotto sul foro di drenaggio del contenitore e copri con uno strato di palline di argilla; infine riempi la ciotola con un mix di terriccio (60%) e sabbia di fiume (40%) fino a circa 3 cm dal bordo.

 

Disposizione dei cactus nel terreno

A questo punto non ti resta che decidere come disporre le piantine e trapiantarle: per proteggerti dalle loro spine, avvolgile con una striscia di cartoncino, prelevale delicatamente dal loro vasetto e interrale nella ciotola. Una volta ultimata la tua composizione, copri gli spazi vuoti con della ghiaia, che decora e protegge, e pulisci infine i tuoi cactus dal terriccio con un pennello.

Non perderti le ultime news!

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi gratuitamente i consigli per la tua casa.

Iscriviti ora

Come prendersi cura dei cactus

La coltivazione dei cactus in vaso è molto semplice e la tua simpatica collezione avrà bisogno di poche cure: posizionala in un angolo della casa molto luminoso e, durante l’estate, innaffia fino a che la terra non è umida, ogni 15 giorni. In inverno puoi innaffiare una sola volta al mese, riducendo anche la quantità d’acqua, e ricorda di fertilizzare il terreno in primavera e autunno con un nutriente a base di azoto, fosforo e potassio.


Quali cactus scegliere?

Acanthocalycium, Cereus, Copiapoa, Escontria, Opuntia, Strombocactus: ti dicono niente questi nomi? Identificano alcuni degli oltre 100 generi in cui la famiglia di cactacee si suddivide (le specie sono circa 3.000!). La scelta è talmente ampia che per selezionare i cactus che popoleranno la tua composizione devi solo affidarti al tuo istinto. Oppure farti scegliere da loro, quando sarai dal fioraio! Se comunque sei in cerca di ispirazione, ecco una pagina che raccoglie le immagini di tutte le cactacee, così da orientarti nella scelta.

Vuoi scoprire di più del mondo Assistenza Casa? Qua trovi tutte le risposte.