Il sole a mezzanotte: l’energia fotovoltaica illumina la casa

provided by

Chi accenderà le luci stasera a casa tua? Le finestre, il balcone, il vialetto del giardino… che grazie ai dispositivi fotovoltaici integrati si trasformano in elementi strutturali “attivi” in grado di sfruttare le radiazioni solari permettendoci di (auto)produrre elettricità pulita a costo zero. Vediamo come.

 

Immagina di guardare fuori dalla finestra sapendo che il tuo infisso, oltre a regalarti la luce e la vista di cui ti sei innamorato, sta producendo l’energia che al tramonto ti servirà per illuminare gli ambienti indoor e outdoor… sembra il frutto di un fantascientifico sogno, vero? Eppure oggi è una fantastica realtà, resa possibile dalla continua evoluzione degli impianti fotovoltaici (capaci di trasformare i raggi solari in energia elettrica gratuita) che, da rigidi e ingombranti pannelli da installare a tetto o a terra, si è rinnovata a tal punto da riuscire a integrare le celle fotovoltaiche con l’architettura dei nostri edifici. Il risultato? Quelle che un tempo erano solo strutture edili “passive” – pensa solo alle finestre e ai balconi – oggi sono elementi attivamente capaci di sfruttare le radiazioni solari per produrre energia elettrica pulita, anche su piccola scala. Morale: a illuminare la casa di sera oggi ci pensa… la casa baciata dal sole! Facciamo un giro per scoprire le possibili “strutture solari” di un edificio, partendo dal tetto.


Le tecno-tegole… tradizionali

Abiti in una zona sottoposta a vincoli ambientalistici o non ami l’idea di avere una fila di pannelli sulla copertura? Le tegole e i coppi in cotto fotovoltaici risolvono il problema alla radice perché rispettano la tradizione lasciando inalterato il manto di copertura e lo skyline: integrando infatti con discrezione dei piccoli moduli fotovoltaici in “silicio monocristallino” nella struttura in cotto, assolvono con stile alla duplice funzione di elemento strutturale di copertura e di tecnologico elemento funzionale per produrre energia.
Il tuo tetto moderno non ha un manto in coppi o tegole tradizionali? Puoi sempre ricorrere ai “nastri fotovoltaici”, delle flessibili membrane impermeabili a film sottile di silicio che vengono posate rivestendo la superficie come una seconda pelle.

Cerchi assistenza 24h/24 sui guasti in casa?

Attiva gratuitamente ProntissimoCASA per 1 anno: a tua disposizione, una rete di 1.400 artigiani specializzati.Attiva gratis

Le finestre fotovoltaiche

Dal fascino indiscusso, i serramenti “a vetrate solari” possono essere di stile e design diversi in base alla facciata su cui vengono installati e alla funzione che devono assolvere.  Possono infatti essere dotati di:

  1. vetri semitrasparenti in film sottile di silicio amorfo, che “producono” maggiore energia elettrica e bloccano l’assorbimento del calore e dei raggi infrarossi ma lasciano passare nell’edificio meno luce;
  2. vetri trasparenti che, dotati di insospettabili celle solari invisibili a occhio nudo, producono energia elettrica assorbendo gli ultravioletti e le lunghezze d’onda vicino all’infrarosso, senza compromettere la luminosità e impedendo l’ingresso del calore.

Segnapasso luminosi nel buio del giardino

Se ami un prato che di sera sappia illuminarsi di poetica magia, gli eleganti mattoncini pedonabili in vetro ecologico che inglobano mini-cellette fotovoltaiche sono la tua scelta: basta incassarli a terra (nel prato o integrati nella pavimentazione) e, grazie a una potente batteria al litio, di giorno accumulano energia e al crepuscolo la restituiscono automaticamente attraverso dei diodi a led integrati. Il tutto senza richiedere complicate canalizzazioni, installazione di cavi elettrici e manutenzione.
E la tua casa è pronta per fare un pieno di energia?

Vuoi scoprire di più del mondo Assistenza Casa? Qua trovi tutte le risposte.