Erbe aromatiche sul davanzale: come curarle e usarle in cucina

Alloro, rosmarino, salvia, origano, basilico, prezzemolo: le erbe da cucina stanno a portata di mano sul davanzale di casa, insaporiscono i tuoi piatti e sono ottime alleate della salute. Senza richiedere cure eccessive.

 

Le erbe aromatiche danno fragranza e sprint ai tuoi piatti. Sono inoltre ricche di vitamine e sali minerali; significa che il loro consumo è un toccasana per la salute, oltre che una gioia per il palato. Il bello è che gli aromi da cucina crescono tranquillamente in vaso e non richiedono attenzioni particolari: bastano minimi accorgimenti perché siano pronti all’uso.


Dove tenere le erbe aromatiche

Assicurati di averne sempre a portata di mano. Se non hai un balcone, puoi collocare sul davanzale dei vasetti o delle fioriere strette che contengano le erbe e avrai così ingredienti salutari e a “metro 0” per le tue pietanze! Queste piante amano tutte la luce: meglio evitare di esporle completamente a nord. E ricorda che il miglior momento per bagnarle è la mattina presto o di sera.


Alloro, salvia e rosmarino: i “multitasking” di poche pretese

Alloro, salvia e rosmarino amano il sole pieno anche se la temperatura è elevata e vanno innaffiati a terreno asciutto. Fa’ solo attenzione che non si formino ristagni. L’alloro arricchisce di sapore i sughi di carne e verdura e ha proprietà digestive e carminative, vale a dire che aggiunto all’acqua di cottura dei legumi ti eviterà il fastidioso gonfiore addominale. Anche la salvia, ricca in flavonoidi, è squisita con i legumi e ben si sposa con le zuppe, come d’altronde il rosmarino, che è un eccellente tonico ed è perfetto per la cottura arrosto e alla piastra.


Origano, l’antibiotico naturale al top col pomodoro

L’origano è un po’ un simbolo del bacino mediterraneo e ne racchiude i profumi: va da sé che prediliga stare al sole. Accertati di bagnarlo solamente quando la terra ha assorbito la precedente innaffiatura. L’origano è un antibiotico naturale che ben si accosta con la carne in umido e soprattutto col pomodoro.


Il potere antiossidante del basilico e del pesto

Altra erba aromatica che va a braccetto con il pomodoro è il basilico, il quale svolge un’azione antiossidante sull’organismo ed è pure l’ingrediente principe del pesto genovese. Ricordati di non cuocerlo, oppure perderà il suo aroma delizioso. E presta qualche attenzione in più per la sua cura: il basilico preferisce la penombra se il clima si fa torrido (per ora lascialo al sole) e va bagnato con costanza, il terreno deve restare umido.


Prezzemolo: ottimo col pesce, prezioso per il tuo fegato

Le stesse attenzioni vanno usate per il prezzemolo, che al sole diretto potrebbe “bruciarsi”. Non lasciare che la sua terra si secchi: innaffialo di frequente ma senza esagerare con la quantità d’acqua.
Se la tradizione vuole che il prezzemolo si abbini con svariati piatti, è sicuramente con il pesce bollito che dà il massimo. Oppure provalo con l’insalata di patate: gusto assicurato! E, anche in questo caso, la salute ci guadagna, perché il prezzemolo agisce positivamente su fegato, diuresi, anemia e astenia.

Oltre alle erbe odorose più comuni, ce ne sono molte altre con cui puoi sbizzarrirti in cucina – maggiorana, timo, erba cipollina, ecc. – e, se hai spazio, non lesinare sui vasi, perché tutte sono grandi alleate di gusto e benessere. Meglio dunque avere sempre erbe aromatiche in cucina, fresche, salutari e pronte a dare sapore ai tuoi piatti.

Vuoi scoprire di più del mondo Assistenza Casa? Qua trovi tutte le risposte.