Come scongiurare la muffa in casa

Si manifesta con macchie verdastri, nere o bianche sulle pareti soprattutto durante i periodi freddi e se presente in quantità elevata può essere un rischio per la salute. Ecco cos’è la muffa, come si forma e i trucchi per evitarla.

 

È soprattutto in questo periodo che la muffa è in agguato e può fiorire sulle pareti, proprio quando fuori fa freddo mentre dentro casa è in funzione l’impianto di riscaldamento che ci garantisce un bel teporino. Come mai? Facciamo un passo indietro e scopriamo anzitutto che cos’è la muffa, dopodiché vediamo perché e quando si forma e quali sono i consigli per evitarne lo sviluppo e tenere così alla larga i rischi che può comportare per la salute.

Che cos’è la muffa?

Quella che comunemente viene definita muffa è un agglomerato di miceli – cioè quei filamenti che formano il corpo vegetativo dei funghi – originati da spore e in grado, a determinate condizioni ambientali, di ricoprire le superfici. Un microrganismo vivente a tutti gli effetti, che si manifesta prima sotto forma di puntini e successivamente di macchie dal colore vario (verde, nero, bianco e non solo). Le microscopiche e resistentissime spore di riproduzione sono trasportate dall’aria e hanno un’incredibile capacità di attecchire e proliferare su muri e materiali umidi.

Perché si forma la muffa?

La ragione primaria della formazione di muffa sulle pareti – ma anche su indumenti, biancheria, libri, mobilio, ecc. – è dunque un’eccessiva umidità, che può essere provocata da vari fattori: per esempio infiltrazioni, tubature rotte, errata impermeabilizzazione delle murature. In questi casi il problema va risolto a monte rivolgendosi a professionisti. Ma la muffa cresce anche, più banalmente, a causa della condensazione.

L’umidità e la muffa da condensa

Cosa significa condensazione? Il vapore acqueo sprigionato dalle attività domestiche – pensa a quando fai la doccia o cucini – passa allo stato liquido quando entra in contatto con pareti particolarmente fredde, che possono essere tali perché rivolte all’esterno, esposte a nord, buie o con scarso isolamento termico. Si generano così delle goccioline su quella superficie gelida (la condensa appunto), vale a dire che si crea un terreno fertile per la muffa. La concentrazione di vapore in casa e il rischio di condensazione sono maggiori quando il riscaldamento è accesso: ecco perché bisogna fare particolare attenzione in questi mesi.

Proteggiti anche dai guasti domestici

Con Sicurezza Senza Limiti puoi dormire sonni tranquilli! Per te un anno di interventi illimitati in caso di guasti all’impianto elettrico e rottura o malfunzionamento di vetri e serrature. Attiva la protezione 24h/24 a soli 16,99€/mese.Scopri di più

Muffa in casa: rischi per la salute

La muffa non è solo un problema estetico: può intaccare la robustezza di una parete, oltre che il suo strato superficiale, e sprigionare odori molto fastidiosi. Soprattutto, la muffa compromette la qualità dell’aria domestica: l’inalazione delle spore è rischiosa per la salute, in particolare nei soggetti immunodepressi e asmatici. I danni potenziali per l’organismo sono svariati: mal di testa, reazioni allergiche di vario genere, irritazione delle mucose e infiammazioni alle vie respiratorie.

Muffa in casa: come scongiurarla

Se la muffa è causata dalla condensa, devi fare in modo di smaltire l’umidità interna di troppo attraverso un corretto ricambio d’aria quotidiano, così da garantirti un ambiente salubre.
Ricorda di:

  • aprire le finestre della camera da letto tutte le mattine per 10 minuti,
  • non stendere il bucato in casa,
  • chiudere la porta del bagno quando fai la doccia e aprire subito dopo la finestra
  • coprire le pentole e usare le cappa aspirante quando cucini, e anche in questo caso chiudere la porta della cucina nel mentre e aprire la finestra subito dopo,
  • evitare i ristagni d’acqua nei sottovasi delle piante.

Se devi ritinteggiare le pareti, scegli pitture traspiranti e antimuffa. Può inoltre essere utile isolare casa con un cappotto termico. La giusta ventilazione resta in ogni caso l’antidoto numero 1 alla muffa da condensa!

Vuoi scoprire di più del mondo Assistenza Casa? Qua trovi tutte le risposte.