Bonus verde 2019: tutte le opportunità che devi conoscere

provided by

Il bonus verde è stato confermato anche per il 2019, scopri le tipologie di intervento ammesse e quanto puoi risparmiare con la detrazione fiscale per sistemazioni a verde di terrazze e giardini, anche condominiali.

 

Il bonus verde è un’agevolazione fiscale che coinvolge le cosiddette “sistemazioni a verde” di terrazze e giardini. Un’opportunità da cogliere al volo, perché un giardino ben progettato e pieno di piante rigogliose è una gioia per chi lo vive, per chi gli sta intorno e anche per chi verrà dopo di lui. Continua a leggere per scoprire in cosa consiste esattamente il bonus verde 2019 e se anche tu ne potrai beneficiare.

Risparmia anche sui guasti in casa

Ti piacerebbe avere un’assistenza 24h/24 in caso di guasti agli impianti di casa (Acqua, Gas, Luce, Caldaia e non solo) e sui tuoi elettrodomestici? Per te, 1 intervento del tecnico, senza spese aggiuntive, a soli 13,99€ /mese.Scopri di più

Bonus verde 2019: cos’è e come si applica

Inaugurato l’anno scorso con il bonus verde 2018, il bonus verde è in vigore per il secondo anno consecutivo e si è già rivelato un ottimo incentivo per la riqualificazione di terrazzi e giardini. Con il bonus verde, di fatto, lo stato rimborsa il cittadino di una parte delle spese sostenute per la riqualificazione o l’allestimento ex-novo di un’area verde. Ecco riassunti i contenuti in modo schematico:

  • Il bonus verde 2019 è una detrazione dall’imposta sui redditi (Irpef) del 36% per persone fisiche e condomini, coinvolge quindi il verde privato ma non le aziende.
  • Il limite massimo agevolabile è di 5.000 euro (IVA compresa) per un importo detraibile pari a 1.800 euro.
  • La ripartizione della detrazione avviene in 10 anni con quote di pari importo, ovvero 180 euro ogni anno.
  • I condomini beneficiano dell’incentivo per ogni unità immobiliare, di conseguenza se il condominio è composto da 20 appartamenti, il limite massimo agevolabile sarà di 100.000 euro.
  • Chi possiede molteplici proprietà immobiliari potrà essere agevolato per ciascuna di esse per l’importo di 5.000 euro (IVA compresa).

Quali spese rientrano nel bonus verde

Nel bonus verde 2019 rientrano di diritto le sistemazioni sostanziali di giardini, giardini pensili, terrazzi e balconi, anche condominiali. Viene agevolata la spesa sostenuta per l’acquisto e la piantagione di alberi, arbusti e altre piante che siano perenni e quindi permanenti nel giardino.
Queste le spese incluse nel bonus verde:

  • Fornitura e messa a dimora di piante ed arbusti
  • Riqualificazione di prati
  • Spese per l’installazione di impianti di irrigazione e pozzi
  • Lavori e interventi per la conversione di un’area incolta in aiuole e giardini
  • Recupero del verde di giardini di interesse storico
  • Spese di progettazione

Al contrario, le spese per la manutenzione ordinaria (potatura siepi e alberi, gestione del prato) non rientrano tra gli interventi agevolati dal bonus verde 2019, così come i lavori eseguiti in economia e il semplice acquisto di vasi e contenitori per le piante.


Come richiedere il bonus verde

Per poter essere in regola e richiedere le agevolazioni, devi attenerti a 2 semplici direttive:

  • Le fatture dei giardinieri o dei progettisti dovranno esporre in calce una formula ben precisa: “In ottemperanza alla Legge 205 del 2017 art.1 comma 12-15 per la fruizione della detraibilità del 36%”.
  • Il pagamento dovrà essere tracciabile e dovrà essere effettuato con bonifico ordinario, Bancomat, carta di credito o assegno (bancario e/o postale).

Come vedi le procedure per richiedere il bonus verde 2019 sono molto semplici e mai come quest’anno sembra valere quell’antico proverbio africano, che dice: “Il momento migliore per piantare un albero era vent’anni fa; l’altro momento migliore è adesso”.

Vuoi scoprire di più del mondo Assistenza Casa? Qua trovi tutte le risposte.